×

Attenzione

Direttiva europea 2009/136/CE: tutela della vita privata nelle comunicazioni elettroniche

Questo sito utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la gestione ed altre funzioni. Navigando all'interno di questo sito lei accetta che questo tipo di cookies vengano inviati al suo browser.

Non ha accettato che i cookies vengano scaricati sul suo computer. Se vuole può cambiare questa decisione.

dopo anniSegrate, 30 marzo 2016

Il bilancio preventivo 2016 del Comune di Segrate - il primo dell'Amministrazione Micheli - sarà di un bilancio diverso da quelli che abbiamo visto negli ultimi anni: dopo le riduzioni di spesa saggiamente già fatte nel secondo semestre 2015 (la più importante è stata il risparmio di oltre 200.000 € annui per le spese di staff rispetto alle annate precedenti) occorrerà quest'anno ridurre le spese di circa un altro milione di euro.

Il motivo: dopo anni in cui è stato svenduto il territorio per fare cassa (con gli oneri di urbanizzazione) ora i soldi sono finiti lasciando soprattutto mutui da pagare; in aggiunta le manovre elettorali di Alessandrini - una per tutte: l'eliminazione di imposte senza porsi seriamente il problema delle conseguenze - hanno ridotto ulteriormente le entrate.

Si scontano quindi anni di finanza avventurosa con tre/quattro milioni di euro di differenza tra spese ed entrate correnti ed una notevole esposizione verso la tesoreria.
Il risultato, come detto, è che mancano più di un milione di euro nella gestione della spesa corrente ed il Comune è costretto ad una "spending review" dettata, più che dalla legge, dalle necessità di far quadrare i conti in modo da dare al nostro Comune un bilancio sano, sostenibile e trasparente.

Segrate Nostra ne è perfettamente consapevole ma vede comunque in questa congiuntura l'opportunità di migliorare la gestione della cosa pubblica tagliando come in una qualunque famiglia le spese meno essenziali ed andando ad ottimizzare quei servizi che realmente sono un valore aggiunto per la nostra città.

Per questo, con l'onestà e la correttezza promesse in campagna elettorale, siamo vicini al Sindaco ed alla Giunta, ed assieme alle altre forze politiche di maggioranza faremo la nostra parte per condividere le scelte che verranno fatte.
Nessuno si nasconde che il bilancio che sta nascendo sarà un bilancio difficile, faticoso ed anche impopolare.

Ma dando un calcio al passato, ce la faremo.

Marco Italia
Segretario di Segrate Nostra